ricette

seguici anche sulla pagina: articoli scritti per www.unpaeseperstarbene.it

La torta di patate del grande Pellegrino Artusi

 Ingredienti:

Zucchero a velo per decorare

5 uova

Scorza di limone bio grattata

Un pizzico di sale

30 g di burro fuso

70 g di mandorle pelate

150 g di zucchero di canna

700 g di antiche patate bianche di Oreno (vedi articolo relativo)

Lessare  le patate a vapore con la buccia e poi pelarle

Appena pronte passarle con lo  schiacciapatate o il passaverdura per eliminare tutti i grumi

Raccogliere  le patate in una ciotola

Macinare  le mandorle con lo zucchero e unirle all’impasto insieme alle 5 uova introdotte una alla volta.

Mescolare a lungo finchè nell’impasto si formano le classiche bolle d’aria. A mano e con il minipimer al massimo 5/6 minuti.

Imburrare uno stampo rotondo da 18 cm, spolverarlo di pangrattato e versare l’impasto della torta di patate nello stampo.Con la forma antiaderente e la carta forno si evita burro e pangrattato

Cuocere in forno caldo a 180°C per circa 1 ora, finché la torta non sarà asciutta e dorata.

Toglierla dal forno e lasciarla raffreddare completamente prima di servirla, in modo che l’aroma di limone venga fuori in tutta la sua freschezza. Una spolverata di zucchero a velo per decorarla. Si può tenere in frigo per il giorno dopo

 

GNOCCHI DI PATATE (da una ricetta friulana)

ingredienti:
500 g di antiche patate bianche di Oreno (*)

125 g di farina,  80 g di burro,  12 prugne secche denocciolate, 30 g di burro fuso e raffreddato, 1 uovo, pangrattato, zucchero e sale

1. Lesso le patate al vapore con la buccia; le sbuccio e ancora calde le passo con lo schiacciapatate o il passaverdura in una larga ciotola.

2. Unisco la farina, l’uovo, 10 g di burro e lavoro bene il composto.

3. Rivesto ogni prugna con il composto, ottenendo 12 grossi gnocchi

4. vado a lessarli in acqua bollente salata e a scolarli via via che vengono a galla. Li condisco in una zuppiera a strati con 50 g di burro sciolto.

5. Infine rosolo 2 cucchiai di pangrattato nel burro rimasto con mezzo cucchiaio di zucchero e lo spolverizzo sui gnocchi

le patate si conservano al buio e al fresco

 se avanza una patata sbucciata si può conservare alcuni giorni in frigo in una scodella d’acqua fredda

 NON SI CONSERVA MAI LA PATATA COTTA

——————————————————————————————————————————————–

dal caro  Suraj Shah di Svapna un suggerimento per il nostro

RISOTTO RICCO (farro, riso, verdure e spezie)

Ho cucinato una confezione del vs. “risotto ricco”,  poi l’ho lasciato raffreddare.

Poi ho preparato  dei medaglioni, che possono essere riscaldati in un forno o su una piastra.
Ne ho  messi 5  per piatto e sopra   un cucchiaio di yogurt intero naturale, e ho finito il tutto con una spruzzatina  di menta secca.

Semplicissimo da fare e molto gustoso.

♣♣♣♣♣

 

RITEMPRATEVI DAL CALDO DELL’ESTATE CON UNA BUONA INSALATA DI FARRO

INSALATA DI FARRO CON SEDANO  E GRANA

 

300 gr. di farro, 10 olive nere snocciolate,

2 cuori di sedano, 5 cucchiai di scagliette di grana, 2 zucchine piccole, una manciata di prezzemolo, carote e cipolle in salamoia quanto basta o carote e cipolle a striscioline, 6 cucchiai di olio di oliva, aceto, sale e pepe.

Il farro va lavato e pulito. Cuocere in acqua salata per circa 15 minuti. Scolatelo bene e versatelo freddo in una insalatiera .

Aggiungete olio e aceto, sale, pepe, scaglie

 di grana i cuori di sedano e le zucchine a rondelle fini, il resto degli ingredienti.

Mescolate, coprite e lasciate riposare per 20 minuti. Potete sostituire il grana con il quartirolo a dadini e aggiungere il succo di mezzo limone

♣♣♣♣♣

 

INSALATA DI FARRO E RUCOLA

 

300 gr. di farro 1 mazzetto di rucola

10 olive nere snocciolate, 2 cipollotti

200 gr. di pomodorini

3 zucchine piccole con il loro fiore

12 foglie di basilico

1 mozzarella di bufala

6 cucchiai d’oliva e.v.sale, pepe

Lavate e pulite il farro.

 Bollitelo in abbondante acqua

 leggermente salata  per 10 m.

Scolatelo e versatelo in una insalatiera.

Pulite, lavate ed asciugate la rucola ed

 i pomodorini. Pelati i cipollotti.

 Dividete a metà i pomodorini, spezzettate

 la rucola e dividete in quarti i cipollotti.

Lavate ed asciugate le zucchine. Dividetele per la lunghezza in spicchi sottili con il fiore.

Tagliate a dadini la mozzarella. Unite il tutto al farro. Tritate il basilico,  aggiungetelo e condite con sale, pepe ed olio. Mescolate, coprite e lasciate riposare per 20 minuti. Potete eliminare

 la mozzarella e aggiungere il succo

di mezzo limone.

 ♣♣♣♣♣

 

UNA RICETTA  PER UN  OTTIMO CONDIMENTO

CREMA  SI SEDANO E  POMODORI SECCHI

Ingredienti: un pugno di foglie di sedano, un pugno di prezzemolo, 30 nocciole sgusciate, 20 olive nere in salamoia. 10 pomodori secchi , uno spicchio di aglio, olio extravergine di oliva, sale

Frullate sedano e prezzemolo con l’aglio, le nocciole e qualche cucchiaio di oliva, fino ad ottenere una crema. Versate in una ciotola e aggiungete i pomodori tagliati a striscioline e le olive e tritate grossolanamente. Aggiungete sale se necessario.

 

 

Lavate il farro, bollitelo in acqua

leggermente salata per 15 minuti.

Scolate e fate raffreddare, conditelo  e servitelo freddo

 ♣♣♣♣♣

RICETTE CON IL PORRIDGE DI FARRO

porridge con mela e cannella

Ingredienti per persona:

due cucchiai di porridge,

una mela grattugiata,

una manciata di uvette,

un cucchiaino di zucchero, una

spruzzata di cannella, un pizzico di sale,

mezzo litro di latte

Preparazione:

stemperate i cucchiai di porridge con lo zucchero in poco latte, (volendo anche solo acqua), poi aggiungete il resto del latte, gli altri ingredienti, e fate bollire per 10 minuti, fino all’addensamento desiderato.

Buono sia caldo che freddo.Si può sostituire il latte vaccino  con latte di riso o di mandorle

SFORMATO DI FARRO ALLO ZAFFERANO

 

Ingredienti:

due tazze di acqua scarse,

4 cucchiai di porridge di farro,

sale un cucchiaino,

una bustina di zafferano,

burro, un uovo,

parmigiano, funghi

Difficoltà minima

Fate bollire il  semolino nell’acqua con il sale, la bustina di zafferano e una puntina di  burro per 10 minuti, mescolando, aggiungete una manciata di parmigiano e  una  noce di burro. Intanto rosolate in olio e aglio i funghi che preferite, champignons o porcini e quando sono pronti scodellateli al centro del semolino che avrete posto in ogni piatto.

 ♣♣♣♣♣

RICETTE CON IL GRANO SARACENO

Se avete avuto modo di leggere il mio articolo sul nostro grano saraceno (soave leggerezza di un campo…..) sapete ora che quest’anno il nostro grano saraceno non può che dare una farina ottima

ed  anche una birra prestigiosa, perchè andrà a creare la birra artigianale del birrificio FERMENTUM  del Carrobiolo di Monza, che potrete degustare anche al Mercato della Terra di Slow Food a Milano

Oggi finalmente ne  abbiamo macinato una parte  e con la farina abbiamo fatto i primi pizzoccheri e la torta con le mandorle

Una doverosa precisazione: molti pensano che il grano saraceno sia un cereale e che abbia la crusca, che quindi faccia bene mangiarlo integrale.

Invece quella cosa nera che spesso si vede nella farina di grano saraceno è solo il guscio dei chicchi e viene usato per fare cuscini. La crusca è la parte esterna del chicco che si vede dopo che vengono tolti con la decorticazione i gusci. Per una maggiore conoscenza consiglio il sito www.trouw-buckwheat.nl/site/it/


TORTA DI GRANO SARACENO

  • 250 g di farina di Grano SARACENO
  •  4 uova
  • 110 g di burro o margarina vegetale biologica
  • 250 g di mandorle  sgusciate e tritate
  • 200 g di zucchero di canna
  • 1 bustina di lievito (meglio 1 cucchiaino di bicarbonato ed 1 cucchiaino di cremor tartaro)
  • confettura di frutti di bosco o di mirtilli o di ribes a scelta

Miscelare lo zucchero con i tuorli d’uovo, poi aggiungere il burro morbido, le mandorle tritate, la farina, un pizzico di sale ed il lievito. Montare a neve gli albumi e unirli dolcemente all’impasto, che deve risultare morbido.

Mettere la carta forno in una teglia, fare uno strato con 3/4 del composto, spalmare  sopra la marmellata, e poi ricoprire con il resto del composto. Oppure  infornare tutto il composto e tagliare dopo a  metà la torta pronta  e farcirla con la marmellata.

In forno per 40 minuti a 180.

Gustata con lo yogurt è una favola!

 

 


PIZZOCCHERI LIGHT

PER UNA CUCINA DI TUTTI I GIORNI,

QUINDI LEGGERA

Per i pizzoccheri basta usare la ricetta tradizionale dell’Accademia del Pizzocchero: 400 g di farina di saraceno,100 g di farina di frumento.

Tirare la sfoglia a 2,3 mm e poi rotolarla su se stessa per 7 cmm di spessore, quindi tagliare le striscioline larghe 1 cm circa.

Nel frattempo far bollire 4, 5 patate  in acqua salata, con 1 verza piccola tagliata a striscioline. Dopo 10, 15 minuti buttare i pizzoccheri piano piano nell’acqua e fare bollire 5, 10 minuti finchè al dente si sente la pasta omogenea.

 Fare appena appassire un po’ di cipolla ed aglio in olio evo, spegnere, grattare dentro a julien il formaggio, meglio logicamente il bitto, b ma io ho provato anche a stendere sul fondo 4 sottilette di formaggio bio e vanno benissimo, se si vuole un piatto più leggero per la  tavola di tutti i giorni.

Versare verze, patate e pizzoccheri scolati,  mettere una punta di burro crudo, girare e servire con grana o parmigiano.

 RICETTA DELLA CONFETTURA CON I CACHI

Se sei un amante dei cachi ed  ami tuffarti nella sua  morbida polpa o pensi di diventarlo da ora,  ecco qua  una ricetta per utilizzarlo e gustarlo al meglio:

3 kg di cachi ben maturi – 0,5 kg di mele golden – 2,5 kg arance navelline senza semi

1,5 kg di zucchero, meglio di canna biologico e aggiungerne solo se serve per il  proprio gradimento

spremere i cachi avendo cura di non utilizzare la buccia,  attenzione ai semi

unire lo zucchero, la mela sbucciata e fatta a pezzetti, le arance intere fatte a fette e cuocere il tutto fino a consistenza traslucida. Fare riposare il tutto per poi mixerare per ottenere la confettura.

Se necessario cuocere ancora fino a quando dal cucchiaio non scenda la famosa goccia di prodotto che si ferma nel piattino. Lasciare comunque morbida la confettura. Invasare e sterilizzare i vasi in pentola coperti di acqua e un poco di aceto per 35 minuti di bollore. Fare raffreddare e buon godimento

FARROTTO ALLA ZUCCA

♣♣♣♣♣

Lavare bene il farro per togliere le impurità

Soffriggere porri teneri aglio e

zucca a dadini in olio extra vergine d’oliva

Aggiungere il farro e fare rosolare pochi minuti

Aggiungere acqua calda e sale

come per il risotto, salare  e fare cuocere 15/17 minuti

Spruzzare un poco di prezzemolo tritato e formaggio a volontà

gnocchi alla romana

con il  nostro porridge di farro

 Ingredienti: un litro di latte scarso, 2 etti di porridge di farro,sale un cucchiaino, 30 gr. di burro, 1 uovo, parmigiano, noce moscata

Fate bollire il  porridge di farro  nel latte con il sale per

dieci minuti, mescolando.

Togliete dal fuoco e amalgamate bene

1 uovo, 1 cucchiaio di parmigiano, 1 noce di burro e una spolverata di noce moscata.

Versate l’impasto sul marmo bagnato, stendendolo con una lama di coltello ad uno spessore di 1 cm scarso.

Lasciate raffreddare e quindi tagliate con un bicchiere bagnato tanti tondi. Metteteli a strati in una pirofila imburrata, spolverizzandoli con parmigiano. Cospargete con il burro fuso e cuocete nel forno già caldo a 200° per circa 20/30 m. finchè non saranno dorati

PORRIDGE CON MELA E CANNELLA

Ingredienti per persona:

 due cucchiai di porridge,una mela grattugiata, una manciata di uvette, un cucchiaino di zucchero, una spruzzata di cannella, un pizzico di sale,  mezzo litro di latte

stemperate il  porridge  di farro con lo zucchero in poco latte, (volendo anche solo acqua), poi aggiungete il resto del latte, gli altri ingredienti, e fate bollire per 10 minuti, fino all’addensamento desiderato.

Buono sia caldo che freddo.Si può sostituire il latte vaccino  con latte di riso o di mandorle

 PAN DE NUS E FICH
Pane di noci e fichi

Ingredienti:
400 g di farina di segale
600 g di farina bianca
10 g di lievito di birra
500 g di frutta secca a piacere
(noci, nocciole, fichi, uvetta)
sale

impastare la farina bianca con acqua,
sale e lievito, lasciare riposare per
due ore
aggiungere la farina di segale e lasciare riposare altre due ore
completare con la frutta secca e lasciare riposare ancora due ore
quindi infornare a 240°per circa 10 minuti e continuare a 200° per circa 50 minuti
controllare la cottura con uno stecchino

ZUPPA “MARTINA”

 farro 150 g,  avena 150 g, orzo fiocchi 50 g,  fagioli  cannellini 100 g, speck o pancetta per il soffritto a piacere

1 cipolla, 1 porro, un quarto  di verza,

1 ciuffo di cavolo nero, 4 patate, 4 carote, 1 gamba di sedano,

5 pomodori di stagione, oppure un po’ di salsa , 1 zucchina, timo

  Soffriggete delicatamente in olio   extravergine lo speck o la pancetta con  le verdure  e aggiungete i cereali lavati e puliti, i fiocchi d’orzo, fate cuocere in acqua quanto serve per 2 ore, come per  un normale minestrone saporito. Aggiungete formaggio e condite con olio se serve ed un poco di peperoncino se vi garba

Consigli per  l’uso della salsa di corniole

provate le patatine fritte con la salsa di corniole!

Le nostre nipotine la chiamano il ketchup dei bambini

E’ ottima anche con il formaggio da spalmare, noi l’abbiamo provata con il Bufadelfia,  insieme alle patatine fritte

il grano saraceno

forse non tutti sanno che con il grano saraceno si fa una ottima birra artigianale. Il nostro grano saraceno raccolto con grande suspense, vedi nostro articolo, andrà ad arricchire la birra prodotta dall’azienda Fermentum di Monza. Una parte invece diventerà farina locale, italiana, per ottimi pizzoccheri, crespelle e dolci.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *